Specchio delle mie brame

In bagno lo specchio è insostituibile. Per farsi la barba o truccarsi, per pettinarsi. Ma certamente è un accessorio che completa l’ambiente aggiungendo qualche vantaggio. Se di grandi dimensioni crea effetti visivi di maggiore profondità del locale, vicino a una finestra regala l’illusione della presenza di un secondo serramento raddoppiandone la luce. Molte aziende lo propongono già coordinato alle collezioni di lavabi, sanitari e mobili per il bagno, ma lo si può acquistare anche indipendentemente. In questo caso è importante trovare il giusto abbinamento con l’arredo bagno conservando lo stile e scegliendo la forma che meglio si integra nell’ambiente, non dimenticando dimensioni e proporzioni rispetto al lavabo e all’eventuale mobile che lo ospita.

Svariate le forme, così come finiture e colori; i materiali della cornice vanno dal legno laccato al metallo cromato, al Corian® e ai materiali plastici. Molti modelli possono avere anche illuminazione incorporata o esterna. Gli specchi di ultima generazione sono illuminati a LED a basso consumo, spesso sono retroilluminati, valorizzando l’intero ambiente. In qualche caso possono addirittura essere attrezzati con mensole o essere parte integrante di pensili contenitori, soluzione salvaspazio molto utile se non c’è un mobile e serve disporre di altri spazi contenitivi oppure se il bagno ha dimensioni ridotte.